La ferocia della normalità

Ho sentito le interviste ai residenti di Roma e Treviso che si oppongono all'ospitalità di una manciata di profughi.
Persone normali: la banalità del normale che crede di difendere il piccolo orticello, la famiglia, il paesello.
Gli orrori di tutti i tempi hanno potuto accadere, appoggiare e confidare sul tacito assenso di questa normalità banale, di questo ottuso e feroce egoismo travestito da buon senso, da difesa del proprio focolare.
Nell'impotenza, ammutolisco: chiaro mi appare il divenire della storia presente e passata.