Senza pretese

Ho avuto modo di incontrare ieri una persona che segue il nostro cammino da tempo: abbiamo parlato di lui, delle sfide di oggi, delle molte cose cambiate nel suo interiore e nel rapporto con il mondo.
Mentre parlavamo, mi era chiaro ciò che è avvenuto in questi anni: la costanza, la determinazione, la consapevolezza e la conoscenza coltivate da questa persona con pazienza, con volontà, con dedizione hanno permesso alla sua vita di fiorire.
Il nostro cammino assieme è servito per fare un po' di chiarezza nei momenti di confusione, per spiegarsi fatti e situazioni, per abituarsi ad interpretare le cose in un'ottica differente.
Osservo la vita mia e quella degli altri da questo osservatorio fuori dal mondo e mi rendo conto che, nonostante il nostro procedere per tentativi, le vite scorrono e le tessere di un invisibile puzzle esistenziale si combinano.
Questa consapevolezza mi induce ad una sempre maggiore prudenza e discrezione: mai sai dove sta andando l'altro e sei solo un minuscolo collaboratore che si guarda bene dall'allevare pretese.