Archivio di post dal giugno 2015 all'aprile 2016.
Questo spazio non è più aggiornato.
Visita il Sentiero contemplativo per gli aggiornamenti recenti.

La generazione del film quotidiano

Sembrano pioverci addosso le scene del quotidiano, ma così non è: tutto accade generato da noi e per noi, solo da noi è fruito in quello specifico modo e con quel senso.
Ogni scena è generata nel sentire e dai suoi sensi e veicoli percepita, con il fine di conoscere, divenire consapevoli, comprendere.
Che noi si abbia la spinta a conoscere e sperimentare, o che questa sia morta nel nostro intimo, poco cambia: il solo fatto di esistere, di essere incarnati ci colloca nel processo della conoscenza-consapevolezza-comprensione.
Ci si può sentire complici attivi di quel processo o, semplicemente, lo si può osservare scorrere: quel film è quello che chiamiamo inopinatamente "noi", la pura espressione di un sentire; un semplice fatto, se contemplato.

ALCUNI POST IN EVIDENZA